Lettera a Radio Maria

Visitanto il blog di Alessio ho letto con molta attenzione questa lettera che un cristiano, sarcasticamente, ha mandato a Radio Mario.

La questione nasce dalla domanda di un ascoltatore il quale si chiedeva se l’omosessualità fosse da ritenere un peccato o no…. All’ovvia risposta segue una lettera dello stesso ascoltatore il quale aggiunge nuove (provocatorie) domande :

Tempo fa un NOTO RELIGIOSO, dalle onde radio di Radio Maria, ha risposto ad un ascoltatore che l’OMOSESSUALITA’ E’ UN ABOMINIO, perchè a dirlo è la BIBBIA (Levetico, 18,22).
Un ABOMINIO CHE NON PUO’ ESSERE TOLLERATO IN NESSUN CASO.
10 giorni fa quello stesso ascoltatore ha scritto questa lettera al NOTO RELIGIOSO…
Lettera del 16 maggio 2009
Caro sacerdote, le scrivo per ringraziarla del suo lavoro educativo sulle leggi del Signore.
Ho imparato davvero molto dal suo programma, e ho cercato di condividere tale conoscenza con più persone possibile.
Adesso, quando qualcuno tenta di difendere lo stile di vita omosessuale, gli ricordo semplicemente che nel Levitico 18:22 si afferma che ciò è un abominio.
Fine della discussione.
Però, avrei bisogno di alcun consigli da lei, a riguardo di altre leggi specifiche e come applicarle.-

Vorrei vendere mia figlia come schiava, come prevede Esodo 21:7. Quale pensa sarebbe un buon prezzo di vendita?-
Quando do fuoco ad un toro sull’altare sacrificale, so dalle scritture che ciò produce un piacevole profumo per il Signore (Levitico 1.9). Il problema è con i miei vicini. Quei blasfemi sostengono che l’ odore non è piacevole per loro. Devo forse percuoterli?-
So che posso avere contatti con una donna quando non ha le mestruazioni (Levitico 15:19-24). Il problema è: come faccio a chiederle se ce le ha oppure no? Molte donne s’offendono.
– Levitico 25:44 afferma che potrei possedere degli schiavi, sia maschi che femmine, a patto che essi siano acquistati in nazioni straniere. Un mio amico afferma che questo si può fare con i filippini, ma non con i francesi. Può farmi capire meglio? Perché non posso possedere schiavi francesi?-
Un mio vicino insiste per lavorare di sabato. Esodo 35:2 dice chiaramente che dovrebbe essere messo a morte. Sono moralmente obbligato ad ucciderlo personalmente?
– Un mio amico ha la sensazione che anche se mangiare crostacei è un abominio (Levitico 11:10), lo è meno dell’omosessualità. Non sono d’accordo. Può illuminarci sulla questione?
– Levitico 21:20 afferma che non posso avvicinarmi all’ altare di Dio se ho difetti di vista. Devo effettivamente ammettere che uso occhiali per leggere … La mia vista deve per forza essere 10 decimi o c’è qualche scappatoia alla questione?
– Molti dei miei amici maschi usano rasarsi i capelli, compresi quelli vicino alle tempie, anche se questo è espressamente vietato dalla Bibbia (Levitico 19:27). In che modo devono esser messi a morte?
– In Levitico 11:6-8 viene detto che toccare la pelle di maiale morto rende impuri. Per giocare a pallone debbo quindi indossare dei guanti?
– Mio zio possiede una fattoria. E’ andato contro Levitico 19:19, poiché ha piantato due diversi tipi di ortaggi nello stesso campo; anche sua moglie ha violato lo stesso passo, perché usa indossare vesti di due tipi diversi di tessuto (cotone/acrilico). Non solo: mio zio bestemmia a tutto andare. È proprio necessario che mi prenda la briga di radunare tutti gli abitanti della città per lapidarli come prescrivono le scritture? Non potrei, più semplicemente, dargli fuoco mentre dormono, come simpaticamente consiglia Levitico 20:14 per le persone che giacciono con consanguinei?

So che Lei ha studiato approfonditamente questi argomenti, per cui sono sicuro che potrà rispondermi a queste semplici domande.
Nell’occasione, la ringrazio ancora per ricordare a tutti noi che i comandamenti sono eterni e immutabili.
Sempre suo ammiratore devoto.”

Ovviamente questo post ha suscitato reazioni contrastanti tra loro… Ma due commenti le racchiudono tutte :

Un Anonimo ha risposto:

“questo tizio che ha scritto la lettera non ha ovviamente capito la Bibbia (christiana). La maggior parte di queste linee guida sono state abbandonate nel Nuovo Testamento. Piu che a Radio Maria avrebbe quindi dovuto inviarla ad un Rabbino, poiche si tratta di norme seguite da ebrei (che, ad esempio, tuttoggi non mangiano maiale). sull omosessualità Christo non si è espresso chiaramente (il sacerdote non ha quindi sbagliato a citare in quel caso il Levitico) . All’interno del cristianesimo sono tuttavia presenti visioni differenti riguardo al tema. Gesù non dice una parola su questo, ma tante sulla tolleranza, l’accettazione, il non giudicare. anche se dalla chiesa oggi viene visto come peccato.”


Mentre byb ha ribattuto:

sono allibito dalla risposta data al ragazzo, ma da radiomaria, non mi aspetto certo del buonsenso.

e sono allibito dal fatto alcuni anonimi commentatori non abbiano capito il senso della lettera citata nel post: la condanna all’omosessualità è del tutto assente nel Vangelo. in tutto il nuovo testamento, c’è un solo riferimento ed è di San Paolo nelle lettere, e fa riferimento ai passi del vecchio testamento.
i passi del vecchio testamento che condannano esplicitamente l’omosessualità fanno parte di capitoli e codici che la Chiesa Cattolica a rigettato, in nome della predicazione di Gesù presentata nel Vangelo.
ma se sono rigettati quei passi, quei capitoli, come si giustifica secondo dottrina la mancanza di rigetto per i passi riferiti all’omosessualità?
la domanda di quella lettera, non può essere posta a un rabbino, è chiaramente rivolta a un prete cristiano, e sono domande retoriche, la cui risposta è chiara ed esplicita: o rigetti le regole “inutili” “superate” del vecchio testamento, in nome del Vangelo, e le rigetti tutte, condanna all’omosessualità compresa, o non ne puoi rigetta nessuna, nemmeno una di quelle ricordate nella lettera.

è chiaramente una provocazione, perché la Chiesa ha risposte dottrinali a queste domande, ma ad esempio la Chiesa Anglicana inglese, o le Luterane scandinave, di fronte a queste domande si sono interrogate, e hanno giudicato insufficenti le parole di San Paolo, e hanno rimosso dalla propria dottrina il concetto di omosessualità come peccato, o addirittura introdotto il matrimonio omosessuale religioso, al pari di quello eterosessuale.”


Per quanto mi riguarda, che la lettera sia vera o meno, ci sta tutta. La Chiesa, per l’Italia è ed è stata solo un grosso freno (ovviamente ci sono le dovute eccezioni ma una persona buona lo è anche se “appartiene” alla Chiesa mentre il contrario non è affatto vero…). Questo, non è altro che l’ennesimo “ottusismo” che un’elite vuole imporre alla società per trarne degli ovvii motivi…

…. Questo non è essere atei o agnostici, anzi!…

Io credo che sicuramente ci sia un’entità al di sopra degli uomini. In tutti questi anni mi hanno insegnato a chiamarlo Dio e mi hanno insegnato che il figlio è sceso sulla terra e bla bla bla…..

Con passare degli anni ho capito che il primo insegnamento (quello “base”) è sicuramente il più veritiero mentre sono sempre più convinto che tutto quello che viene dopo è una storia atta a migliorare il profitto della Chiesa… un pò il modo che gli uomini hanno di “credere nel profitto” come per il c.d.a. di una società per azioni! Se ho bisogno di sentirmi vicino al mio Dio vado in Chiesa, è vero… Ma nessuno mi sembra che abbia metodi “migliori” (guerra santa, jihad ecc ecc..) dei miei per credere.. Magari sbaglio, ma almeno vivo in pace con me stesso e senza ipocrisie.

La Chiesa è troppo ipocrita, lo si vede, e questa lettera non fa altro che mettere a nudo tutte le falsità che la stessa dice da secoli e secoli…

Un pò come il comuniscmo e il fascismo….. Li puoi chiamare lager o gulag, il succo è sempre lo stesso…. Sono quelli che fanno finta di non sapere che sono ipocriti…

 

Lettera a Radio Mariaultima modifica: 2009-12-16T22:04:00+01:00da brian8819
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento