Una linea in meno ad Acerra, una in più a Nola

Nuova settimana, nuovo mercato, nuova raccolta (in-)differenziata.

La storia è sempre la stessa: la piazza è colma di rifiuti, li si ammassa, alcuni si bruciano, li si accumula negli autocompattatori e via….

Peccato che viene bruciato di tutto… non solo carta e cartone ma anche plastica, lattine, elettrodomestici…. L’aria diventa irrespirabile e il caldo non fa altro che peggiorare la situazione.

DSCI1832 [1024x768].JPG

DSCI1836 [1024x768].JPG

 

 

 

 

 

 

 

 

DSCI1837 [1024x768].JPG

DSCI1839 [1024x768].JPG

 

 

 

 

 

 

 

 

DSCI18342 [1024x768].JPG

DSCI18311 [1024x768].JPG(clicca per ingrandire)

Una linea in meno ad Acerra, una in più a Nolaultima modifica: 2010-05-26T16:26:00+02:00da brian8819
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Una linea in meno ad Acerra, una in più a Nola

  1. La storia è sempre la stessa, da anni….
    I venditori lasciano la piazza colma di rifiuti…. una bella parte di essi viene bruciata (non si capisce per quale motivo), e noi ci sorbiamo ogni genere di schifezza e un’aria irrespirabile.. Vedere per credere…

Lascia un commento